museovivente_festival-infografica2016Si è concluso il Festival della Dieta mediterranea, la lunga manifestazione che dal 22 luglio al 4 settembre ha animato l’estate di Pioppi. 40 giorni e 63 eventi, per un totale di 192 ore di iniziative per far conoscere a 360 gradi lo stile alimentare e di vita proprio qui teorizzato dallo scienziato americano Ancel Keys e da sua moglie Margareth, che nella località cilentana vissero per oltre 40 anni. E ancora, 52 relatori, 68 artisti, 42 ore di teatro, 36 ore di musica e 240 bottiglie di vino: questi alcuni dei principali numeri del Festival.

Il calendario di appuntamenti si è concentrato negli spazi interni ed esterni di Palazzo Vinciprova, sede del Museo Vivente della Dieta Mediterranea e del Museo Vivo del Mare. Il Festival è stato organizzato da Legambiente Onlus, che gestisce il complesso museale, con il Comune di Pollica e con il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Hanno collaborato inoltre numerose realtà associative pubbliche e private, nazionali e locali.

Il Festival della Dieta mediterranea ha rappresentato un momento importante per riflettere, discutere, celebrare e diffondere i sani principi della Dieta mediterranea, la sua storia, i suoi ingredienti, i suoi benefici sulla salute e sulla qualità della vita. Tenendo sempre presente che, alla base di questo modello, ci sono la condivisione e la convivialità. Varie le forme utilizzate per raccontare la Dieta mediterranea: incontri, dibattiti, presentazioni di libri, percorsi gastronomici, spettacoli musicali e teatrali per grandi e piccoli.

Tra gli eventi più apprezzati, citiamo le visite al buio al Museo Vivo del Mare, i laboratori di cucina cilentana tenuti dalle nonne di Pollica, le escursioni guidate al Pozzo dell’Uva Nera alla scoperta delle erbe e delle piante della Dieta mediterranea, i laboratori di lavorazione e decorazione della ceramica, le degustazioni al buio con i cibi tipici dell’alimentazione mediterranea. Nell’ambito del calendario del Festival, c’è stato inoltre spazio per una rassegna sugli oli biologici campani, in collaborazione con la Regione e per un festival nel festival, “Il mare color del vino – Mediterranean Wine Festival”, interamente dedicato all’elisir di lunga vita. Il lungo programma si è infine concluso con la storica Sagra del pesce azzurro di Pioppi, la più antica del Cilento. L’appuntamento è ora per il 2017, per poter fare del Festival della Dieta Mediterranea una vera e propria tradizione, di anno in anno sempre più attesa e vissuta.